I cartoni animati sono stati realizzati da Walt Disney.

Storia

Inizialmente troviamo una breve introduzione in cui viene spiegata l’ origine degli anelli, poi la storia è estremamente fedele al libro, tranne per alcuni pezzi:

Riflessioni personali sui personaggi

Devo ammettere che qui c’è molto da dire. Anzi, da ridire. Inizialmente i personaggi si limitano a chiazze scure su sfondo rosso, e ciò non mi garba affatto. Inoltre vi sono colori pressoch√© psichedelici e bisogna fare molta, molta fatica per distinguere le forme. Poi si passa alla Contea: Gandalf è un vecchio armato di bastone, Frodo un ragazzo dai capelli castani e Bilbo un uomo come tanti (anche se molto tappo). Gli hobbit sono piuttosto ben fatti, molto fedeli al libro. Quando ho visto Sam, però, mi si sono rizzati tutti i capelli che ho sulla testa. Mi ci è voluto molto per rimettere in funzione il cervello: quel mezzo idiota ridicolo, quel.. quella cosa, sarebbe Sam. Santo Cielo. Lo descrivo brevemente: tappo, orrendo, grasso, con la faccia da completo deficit. Merry e Pipino sono un po’ fuori luogo, ma fondamentalmente non c’è nulla di scandaloso… Aragorn è uno sfacelo. Assomiglia ad un indiano stile Pocahontas, però più grasso. E più brutto. Altro che aspetto ramingo, affascinante e reale. Elron è scandaloso: è praticamente un uomo.. brutto! Boromir è un vichingo con la barba rossa e l’ ascia, Gimli e Legolas sono ok. I cavalieri neri non si vedono bene, sembrano delle schede della radiografia, stesso discorso per gli orchi.. Dama Galadriel è rappresentata come una hippie con gli occhi truccati da dark e la camminata da pazza e Eowyn le assomiglia molto, però è peggio. Vermilinguo è un sosia di Codaliscia (quello di Harry Potter, per intenderci), Saruman e Theoden sono ok.